Archivi categoria: eventi in programma

EVAI2021

Eh vengo anch’io! X edizione

Sabato 18 e domenica 19 settembre, a Tricase natura, arte, paesaggi, culture, biodiversità e un mare di attività all’aria aperta per tutti. Sabato 18 e domenica 19 settembre, a Tricase, ritorna “Eh vengo anch’io”, la kermesse targata Terrarossa alla sua decima edizione. Un programma integrato per una fruizione del territorio lenta, partecipe, attenta e inclusiva. Ancora una volta, dalla collaborazione di numerosi Enti, associazioni ed aziende del territorio, una proposta strutturata per un turismo responsabile e di comunità Si comincia Sabato 11, alle 15:00, quando, dalla “Chiesa dei diavoli”, in bici o su una carrozza a cavallo, al fianco di un asino, in carrozzella, in una colorata carovana, si partirà per attraversare, riscoprendolo, il paesaggio rurale della “serra del Mito”. A seguire, una mostra mercato d’arte farà da sfondo a laboratori per bambini e adulti, tra asini e terracotte. Una puteca itinerante ospiterà i sapori autentici della comunità locale e di quelle tunisina, nigeriana, polacca e portoghese, per assaporare la ricchezza dell’incontro di tradizioni e diversità. Chiuderà la prima giornata un esilarante spettacolo di circo contemporaneo una SORPRESA per i più piccoli!  Domenica 19 invece protagonista sarà il mare, con una ricca offerta di percorsi esperienziali che avranno come scenario il Porto Museo di Tricase, dalle 8.30, tra snorkeling guidati per famiglie, giri in canoa alle grotte, ma anche il “battezzo del mare” e la subacquea accessibile a inesperti e persone disabili. Appuntamento con i più piccoli sul molo ovest del Porto, dove si svolgerà un laboratorio di lettura dedicato a una speciale Guida sul mare per bambini, edita dal Parco Naturale Otranto-Leuca, che verrà distribuita ai partecipanti. Chiuderà la due giorni un originale aperitivo sul veliero “Portus Veneris” con i sapori della nostra terra e del nostro mare. Si consiglia abbigliamento comodo e borraccia d'acqua personale. Tutte le attività sono gratuite, a posti limitati e a prenotazione obbligatoria al 3207709937 (Anche WhatsApp) Sono a pagamento i servizi di nolo bici, degustazione "salta cena" di sabato 18 e l'aperitivo del pescatore-contadino di domenica 19 settembre. Maggiori info al 3207709937 (Anche WhatsApp) Note Accessibilità: Disponibili su prenotazione biciclette con pedalata assistita; tandem; seggiolini bici bimbo; sedia trekking per disabili motori; attrezzatura subacquea per disabili, degustazioni speciali su richiesta con specifici ingredienti per intolleranti, diversità religiose, vegetariani e vegani.

Programma - Eh vengo anch’io! X edizione

Sabato 18 settembre - Terra

15.00 Ritrovo presso chiesa dei Diavoli

  • Degustazione di benvenuto di miele e frutti minori  
  • Passeggiata lungo i sentieri della Serra del Mito
  • Racconti e dialoghi: Parco della Cittadinanza attiva presso Torre del Sasso 
  • Rientro presso Chiesa dei Diavoli A PARTIRE DALLE ORE 17
  • Mostra mercato d'arte e artigianato
  • Laboratorio per bambini “Asino a chi?” 
  • Laboratorio di ceramiche tradizionali al tornioA PARTIRE DALLE ORE 20
  • Spuntino dei “Sapori Autentici delle Comunità” 
  • 20.00 Spettacolo di Circo Contemporaneo

Domenica 19 settembre - Mare

8.30 Ritrovo a Tricase Porto località “la Rotonda”
  • Escursioni in canoa 
  • Snorkeling guidato  
  • Subacquea accessibile e “Battezzo del Mare” per inesperti 
  • Laboratorio di lettura per bambini e presentazione della guida “Mare” a lettura facilitata 
  • Aperitivo del pescatore -contadino sul Caicco Portus Veneris 

Venerdì 6 agosto a Tricase (LE) – NU GIRU ALLE FICHE – In bici alla scoperta di sapori, paesaggi e biodiversità

  Una mattinata dedicata alla lenta scoperta del gusto e della bellezza del Capo di Leuca tra terra e mare: in bici tra sapori e paesaggi! Scopriremo la biodiversità frutticola salentina, gustando il nostro miele bio e i primi fichi della stagione. Alla fine tuffo rigenerante in una grotta dal celeste incantevole! Con l’espressione “nu giru alle fiche” si intende far rivivere gli anni in cui, in Salento, si era soliti ricordare ai bambini che era ora di fare un giro attorno all’albero di fico per raccogliere i frutti maturi della giornata durante le lunghissime giornate di lavoro, scandite da lavorazioni tipiche della coltivazione del tabacco. 

ph. Francesco Minonne

In bicicletta e durante la mostra si potrà scoprire la biodiversità salentina, gustare i primi fichi della stagione e vivere l’esperienza di immergersi in una grotta dal celeste incantevole. 

ph. Daniele Met

L’evento avrà inizio con il ritrovo alle 8.30 presso il Celacanto a Marina Serra di Tricase, dove sarà allestita una piccola mostra pomologica della biodiversità frutticola del Salento.  Qui il Biologo Naturalista del Parco Otranto- Leuca Franesco Minnone mostrerà una piccola parte di un patrimonio varietale ricchissimo.

ph. Laura Minonne

Dopo una scorta di energia con la degustazione del miele della cooperativa e la presentazione e distribuzione gratuita della guida “Sapori” del SAC Porta d’Oriente, si partirà in bicicletta alla scoperta del territorio costiero e rurale limitrofo.

ph. Daniele Met

Giunti in un frutteto terrazzato sulla costa, si farà una merenda speciale con i primi fichi di stagione.  Di nuovo in sella, verso la Grotta dei Monaci, per un bagno rigenerante in questa speciale cavità carsica accessibile da terra. La luce da est del mattino regala un celeste incantevole al suo interno.   Il percorso è accessibile a tutti, occorre solo essere ben idratati. La sua durata è di 3 ore, incluso degustazione, pause, merenda e tuffo in grotta (è necessario munirsi di costume per il tuffo!). Costo per il ticket è di 8€. È possibile noleggiare la bici su richiesta al prezzo di 7€.    La prenotazione è obbligatoria al: + 39 3207709937.    “Nu giru alle fiche” si inserisce all’interno del programma di fruizione lenta ed inclusiva del Capo di Leuca promosso attraverso “Eh vengo anch’io”, kermesse targata Terrarossa, giunta alla sua decima edizione e in programma per il primo fine settimana di settembre.  

Venerdì 26 marzo 2021 – Tavola rotonda on line sull’agricoltura organica e rigenerativa nel Salento

Risvegli e respiri della terra. Dialoghi su suoli, microrganismi e piante. Venerdì 26 marzo 2021 prenderà avvio alle 17.30 una nuova avventura, con la tavola rotonda sull’agricoltura organica e rigenerativa nel Salento, evento online dal titolo “Risvegli e respiri della terra. Dialoghi sui suoli, microrganismi e piante”. Sarà un altro passo importante verso la creazione del marchio di sostenibilità attraverso una progettualità collettiva con associazioni ed istituzioni. Il Parco “Costa Otranto Santa Maria di Leuca” e l’Agenzia di Sviluppo Locale GAL Capo S. Maria di Leuca, supportati da associazioni e cooperative presenti nel Salento, che rappresentano la ricchezza di questo territorio e che già portano avanti questa nuova filosofia di lavorare la terra in maniera sostenibile, parteciperanno a questa innovativa esperienza anche attraverso un corso che formerà tecnici specializzati (da realizzare appena terminerà l’emergenza dovuta al COVID-19). Alcuni docenti che parteciperanno alla tavola rotonda del 26 marzo terranno poi le lezioni del corso, avendo già dato la disponibilità a collaborare per alimentare questa idea di sviluppo sostenibile. Di concerto con le istituzioni partner, si punterà, al termine del corso di formazione, alla nascita di un gruppo di aziende e cooperative che commercializzeranno i loro prodotti attraverso la creazione di un marchio di sostenibilità locale. Preludio di questo corso sarà un ciclo di seminari online che partiranno dal mese di aprile in cui, ogni relatore della tavola rotonda e le associazioni coinvolte, affronteranno un tema strategico per la nostra agricoltura tra cui, si citano, la riforestazione nelle zone rurali, le popolazioni evolutive, l’utilizzo di microrganismi su vasta scala, le prospettive post xylella. Dopo i saluti di apertura di Nicola Panico, Presidente del Parco Otranto Santa Maria di Leuca, Antonio Ciriolo Presidente dell’Agenzia di Sviluppo Locale GAL Capo di Leuca, Giulio Sparascio di CIA Puglia e Rossella Binetti di Smile Puglia, alla tavola rotonda on line interverranno esperti di altissimo livello. Elisa Decarli: agronomo ed esperta di agricoltura organica e rigenerativa, segue progetti di recupero di zone rurali in aree svantaggiate, promuovendo e stimolando le produzioni locali tipiche dei territori. Massimo Zaccardelli: tra i massimi esperti nell’utilizzo dei microrganismi nelle colture moderne e dirigente di ricerca presso il CREA - Centro di ricerca Orticoltura e Florovivaismo. Salvatore Ceccarelli: agronomo, consulente di Biodiversity International e Professore associato dell’Università di Perugia, esperto in miglioramento genetico evolutivo, la cui missione è riportare il controllo dei semi nelle mani degli agricoltori. Matteo Mancini: coordinatore tecnico di Deafal ed esperto di livello internazionale in progetti agricoli e forestali. Jackson Kanai, agronomo che aggiornerà sull’esistenza in Kenya di una idea di agricoltura rigenerativa. Modera Francesco Minonne, biologo, esperto di biodiversità agraria e conservazione della natura per il Comitato Esecutivo del Parco Otranto Santa Maria di Leuca. L’evento sarà su zoom ed accessibile a tutti. Per partecipare: https://zoom.us/j/92502076678?pwd=Ty9jVktVUjlBZDdsemdDakFVdnBNQT09 pass code: 106941  

Eh vengo anch’io! 2020 – 9^ Ed. | Il programma

Tra terra e mare, sabato 12 e domenica 13 settembre a Tricase, torna Eh vengo anch'io! Programma integrato per una fruizione del territorio lenta, partecipe, attenta e accessibile a tutti.   Alla sua nona edizione, la kermesse targata Terrarossa è una proposta di turismo lento ed inclusivo, per ospiti e abitanti di queste lande, animato da enti, associazioni, asini, pirati ed artisti.   Il programma:   Sabato il ritrovo presso Chiesa dei diavoli, è previsto alle ore 17. Una degustazione del miele della cooperativa, aprirà la Mostra fotografica multimediale “Natura e paesaggi” a cura di Maurizio Biasco e Costantino De Giuseppe. Seguirà la presentazione di una speciale guida turistica accessibile del SAC Porta d'Oriente, a lettura facilitata. Alle ore 17.30 partiremo nella colorata carovana per un breve trekking con l'asino degli amici di Masseria Nonno Tore, verso l'Unico biotopo Bosco delle Vallonee. Ad attendere bambini e adulti la liberazione di animali selvatici curati dal CRAS di Calimera. Gli conosceremo meglio con la faunista del Centro, Simona Potenza. A seguire, un'escursione guidata dal biologo naturalista del Parco Otranto-Leuca, Francesco Minonne, consentirà di conoscere meglio gli habitat dei boschi e le curiosità botaniche e storico-culturali relative alle querce Vallonee. Sarà possibile utilizzare tra i sentieri la sedia trekking per disabili motori, acquistata dal Parco nell'ambito del “Piano di Attuazione Provinciale per l’Ambiente”. Saranno con noi gli amici delle associazioni “Mollare mai” e “D.A.I. Reagiamo Onlus”. La variegata carovana farà poi ritorno all'imbrunire presso la Chiesa dei Diavoli, dove dalle ore 21 le massaie della “Puteca itinerante dei sapori autentici di comunità” ci delizieranno con una colorata degustazione salta cena. A chiudere la prima giornata un fantastico spettacolo di giocoleria e fuoco.   Domenica sarà la volta del mare! Dalle ore 16, al molo ovest del Porto Museo di Tricase sarà possibile visitare il Cisternone, una struttura risalente ai primi del 900, da poco scoperta e ristrutturata dal Comune di Tricase. È qui che gli Amici di Magna Grecia Mare presenteranno e distribuiranno ai fruitori il Vademecum per un'ospitalità accessibile del Porto Museo. A seguire, condizioni meteo e mare permettendo, potremo partecipare ad una uscita in barca a vela latina del Museo delle imbarcazioni tradizionali o, in alternativa, ad attività di conoscenza della piccola pesca e le arti marinaresche. Saranno garantiti servizi all'accessibilità e alla mobilità, per consentire il raggiungimento e la fruizione dell'evento anche a persone con speciali esigenze. Tutte le attività sono a prenotazione obbligatoria al 320 7709937.

Su questi scogli nessuno è straniero | Domenica 12 luglio h.21 | Arenile del Porto Museo di Tricase

In un momento storico connotato in tutto il mondo da una forte critica sociale riguardo l'integrazione e i diritti delle minoranze, pensiamo necessario interrogarci su vecchi e nuovi razzismi e sulla nostra capacità di essere comunità ospitante. Ma riteniamo altrettanto giusto doverlo fare con i diretti interessati: i migranti e le migranti di questa terra, troppo spesso anonime presenze, tagliate fuori dal dibattito sociale o incluse solo nelle dinamiche assistenzialiste-speculative. Per fare questo proponiamo un incontro di dialogo e convitto con le comunità migranti del Capo di Leuca. Lo scenario scelto è quello di Tricase Porto, approdo e partenza di speranze, grotta e mare aperto. Perché si pensi a una comunità reale. Che sia una sola, dove nessuno debba sentirsi straniero.
Promuovono l'iniziativa Associazione culturale "QualcosAltro"Terrarossa Cooperativa SocialeTre GiriditèAssociazione Magna Grecia Mare e Arci Lecce, con il patrocinio del Comune di Tricase.
Trascorreremo insieme una serata di convivialità e confronto. Chiediamo a quanti intendono prenderne parte di dotarsi di mascherina e di aiutarci rispettando le precauzioni e il distanziamento previsti in occasioni di pubbliche manifestazioni all'aperto.

Campus dei folletti 2020 – prima settimana di avventure con Terrarossa

Terminata la prima settimana del Campus dei Folletti 2020 e siamo solo all'inizio dell'avventura: questa settimana giocheremo ancora tanto tra il bosco, i giardini e la Community Library del Comune di Tiggiano!   Non mancherà un focus sulla biodiversità coltivata e spontanea, con la realizzazione dei semenzali per l'orto invernale  e tante tantissime altre sorprese!   Per i folletti che non abbiamo potuto accogliere nel primo ciclo abbiamo previsto due settimane nel secondo turno del Campus, a partire da lunedì 29 giugno. Folletti del Capo di Leuca, spargete la voce ne vivremo ancora delle belle! #Campusdeifolletti2020

Erbacce – biodiversità alimentare e umana – al via le votazioni on line

Erbacce – biodiversità alimentare è il progetto proposto da Cooperativa Terrarossa per il bando Coltiviamo Agricoltura Sociale di Confagricoltura.

Un intervento per l’erogazione sinergica di servizi socio-educativi, volti al reinserimento lavorativo di soggetti svantaggiati, con particolare riferimento a giovani utenti psichiatrici e famiglie migranti.

L’Ambito Territoriale Socio Sanitario; i Centri di Salute Mentale ASL; le Comunità riabilitative assistenziali psichiatriche del territorio, e i locali SPRAR; implementeranno le attività di apprendimento e tutoraggio at work, volte ad un successivo reale inserimento lavorativo dei destinatari, tra le azienda della rete e altre masserie / fattorie sociali, aziende agricole e gastronomiche.

Sono partner operativi del progetto: realtà agri-sociali del territorio, ARCI Lecce, GUS Italia, il Parco Naturale Regionale Otranto – Leuca, il Comune di Tricase e CSV Salento.

L'idea è quella di mettere a valore le diversità di tutti, condividendo un momento di lavoro e confronto positivo e propositivo, finalizzato a curare, coltivare appunto, le piante, i frutti, gli ortaggi meno considerati e diffusi; che per analogia hanno un destino paragonabile a tante persone, che per motivi diversi, vivono ai margini.

Un momento di riscatto e restituzione di valore, ad una piccola parte di un'umanità, che troppo spesso è relegata ai margini.

Il progetto Erbacce – biodiversità alimentare e umana, mira anche all’allestimento di un piccolo laboratorio multifunzionale, per l’attivazione di un servizio di AgriCatering Sociale e per la trasformazione e confezionamento di una gamma di prodotti da agricoltura sociale - i Biodiversi; a partire dalle risorse della biodiversità alimentare coltivata e spontanea.

Un'ulteriore opportunità occupazionale per quelli utenti che avranno dimostrato particolari attitudini, dopo aver concluso con successo il programma di corsi di agricoltura naturale e le esperienze di formazione pratica al lavoro previste.

Cooperativa Terrarossa è solo una delle realtà della rete che realizzerà il progetto, quest'ultimo è anche occasione per dare forma giuridica a questo tessuto economico - sociale che spesso opera in sincrono.

Per la modalità orizzontale con cui verrà realizzata l'iniziativa, gli utenti non sono chiamati a svolgere un lavoro assegnato, ma, sono stimolati a mettersi in gioco alla pari con altri colleghi, ognuno per le proprie attitudini e capacità. Per realizzare le attività necessarie alla buona cura delle piante e alla buona trasformazione delle stesse in pietanze dell'Agricatering e in prodotti alimentari della linea “i Biodiversi”.

Vuoi sostenere la realizzazione del progetto?

  1. iscriviti su https://www.coltiviamoagricolturasociale.it/iscriviti/ (basterà inserire una mail e poche altre semplici informazioni)

  2. conferma la tua iscrizione cliccando sul link che ti arriverà via mail; ciò ti condurrà alla pagina dalla quale, in basso, potrai fare il Login

  3. scegli, tra i progetti in ordine alfabetico, il nostro “erbacce – biodiversità alimentare e umana”

  4. arrivato così alla pagina del nostro progetto, basterà cliccare sulla manina di “vota” per sostenerci!

    #biodiversi #coltiviamoagricolturasociale insieme!

 

Corso di tecniche colturali e potatura da terra dell’olivo – Tiggiano (LE) 24, 25 e 26 gennaio

Siamo felicissimi di annunciare l'apertura delle iscrizioni !!!

Si terrà al Palazzo Baronale di Tiggiano, divenuta ormai la sede operativa di Terrarossa, il Corso di tecniche colturali e potatura da terra dell'olivo”!!!

I giorni 24, 25 e 26 gennaio, ci immergeremo in un percorso intensivo di tre giornate riguardante gestione del suolo, concimazione, irrigazione, potatura a vaso policonico e difesa dell'uliveto, che prevede lezione teoriche in aula, ma anche interessantissime dimostrazioni ed esercitazioni pratiche in campo.

Il corso fortemente voluto dall'Amministrazione Comunale di Tiggiano e dal Parco Naturale Otranto Leuca, sarà tenuto da docenti della Scuola Italiana di Potatura dell'olivo e da Cristos Xiloyannis, professore ordinario dell'Università di Agraria della Basilicata, già responsabile scientifico del progetto di sperimentazione dell'Ente Parco, riguardante le pratiche di olivicoltura biologica e integrata per il contrasto di Xylella.

L’iscrizione al corso va effettuata compilando apposito modulo da richiedere via e-mail all’indirizzo: cooperativasocialeterrarossa@gmail.com o telefonicamente al 349 583 7161.

________________________________________________________________________ Rivolto a tutti i tecnici e gli operatori del settore che intendono aggiornarsi sulle tecniche colturali dell'olivo, al fine di migliorare la propria professionalità anche nel settore della potatura, in vista del cambiamento del panorama produttivo locale; a tutti gli appassionati che intendono prendersi cura del proprio oliveto in maniera autonoma e alle nuove generazioni che intendono puntare su formazione, conoscenza ed innovazione per il rilancio del settore.   Sono previste lezioni teoriche su temi che vanno dalla tutela della biodiversità in oliveto alle tecniche di agricoltura sostenibile, fino all'importanza di una corretta impostazione spaziale della piante con tecniche di potatura a vaso policonico per un miglioramento produttivo e qualitativo e per una riduzione dei costi di gestione e raccolta.   Seguiranno lezioni pratiche di potatura in diverse tipologie di oliveto, da giovani piante (potatura di allevamento), a piante adulte correttamente impostate (potatura di produzione), fino a piante allevate e potate tradizionalmente da semplificare per una più semplice e rapida gestione (potatura di riforma). Il corso si concluderà con esercitazioni pratiche durante le quali i partecipanti potranno mettersi alla prova, lavorando in gruppo, sotto la guida dei docenti e con una lezione di degustazione per imparare a riconoscere qualità e difetti dell'olio extravergine d'oliva.   Tra gli obbiettivi del programma formativo vi sono la riduzione dei sempre più gravosi costi di produzione, mediante razionalizzazione delle principali operazioni colturali di potatura e raccolta; l'incremento della produzione e stabilizzazione della quantità produttiva negli anni, mediante aggiornamenti di tecnica colturale e qualificazione degli addetti alla potatura, e non ultimo il contrasto di Xylella mediante il miglioramento della salute generale e della capacità di risposta del sistema oliveto, una corretta potatura mirata e una conduzione responsabile della coltura.   Imperdibile occasione formativa. Per info e adesioni: tel. 349 583 7161 – cooperativasocialeterrarossa@gmail.com   Direttore Scientifico GIORGIO PANNELLI Già Primo Ricercatore c/o CRA-OLI, Spoleto (PG), Presidente Comitato Scientifico Campionato Nazionale Potatura dell’Olivo www.giorgiopannelli.it   Docenti RAFFAELE ANTONELLO Esperto di olivicoltura biologica, agricoltura naturale e sinergica e apicoltore professionista. Vincitore del Campionato Regionale Puglia di Potatura dell'olivo a Vaso Policonico nel 2012 e nel 2016, già Presidente del Campionato Regionale nel 2015 e assistente di campo del Dott. Giorgio Pannelli dal 2012. Socio della Cooperativa Sociale Terrarossa di Tricase www.cooperativaterrarossa.org   CRISTOS XILOYANNIS Professore Ordinario di Fisiologia delle specie da frutto, Frutticoltura generale e Tecniche vivaistiche presso l'Università degli Studi della Basilicata oldwww.unibas.it/utenti/xiloyannis/Xiloyannis.htm   ARIANNA DE MARCO Degustatrice di olio extravergine di oliva e imprenditrice agricola www.cantasole.com   Con il Patrocinio della Scuola Italiana di Potatura dell'olivo (http://www.scuolapotaturaolivo.it/)   Sponsor tecnico Pellenc Italia (http://www.pellencitalia.com/) Castellari srl (http://www.castellarisrl.com/) ________________________________________________________________________   PROGRAMMA   GIOVEDì 24 GENNAIO 2019 Ore 8.00– 8.30 Registrazione dei partecipanti Ore 8.30– 9.00 Saluti e introduzione al corso Ore 9.00-10.00 lezione in aula La gestione sostenibile dell'oliveto finalizzata a migliorare la fertilità chimica e microbiologica del suolo (C. Xiloyannis) Ore 10.00 – 11.00 lezione in aula Compost di qualità per rendere il sistema olivo sostenibile dal punto di vista economico ed ambientale (C. Xiloyannis) Ore 11.00-12.00 lezione in aula La potatura per limitare la presenza e la diffusione della Xylella fastidiosa (C. Xiloyannis) Ore 12.00-13.30 lezione in aula Basi fisiologiche ed economiche della potatura (R.Antonello) pausa pranzo Ore 14.30 – 17.00 lezione in campo Lezione teorico-pratica di potatura di allevamento/produzione/riforma (R.Antonello)   VENERDì 25 GENNAIO DICEMBRE 2019 Ore 9.00 – 10.00 lezione in aula Progettazione del nuovo uliveto (R.Antonello) Ore 10.00 – 13.00 lezione in campo Lezione teorico-pratica di potatura di allevamento/produzione/riforma (R.Antonello) pausa pranzo Ore 14.00 – 17.00 lezione in campo Esercitazioni pratiche di potatura (R.Antonello) Ore 17.30-19.30 lezione in aula Tecnica colturale e difesa fitosanitaria nell’oliveto, con particolare riferimento al biologico e al basso impatto ambientale (R. Antonello)   SABATO 26 GENNAIO 2019 Ore 9.00 – 11.00 lezione in campo Lezione pratica di potatura di allevamento/produzione/riforma (R.Antonello) Ore 11.00 – 13.00 lezione pratica in campo Esercitazioni pratiche di potatura (R.Antonello) pausa pranzo Ore 15.00 – 17.00: lezione teorico-pratica: l’assaggio dell’olio da olive Corso di degustazione dell’olio extravergine di oliva: le caratteristiche organolettiche di qualità dell’olio evo, come riconoscerle con l’assaggio. Pregi e difetti dell’olio. Assaggio guidato di diversi oli (A. De Marco)   Conclusione del corso e consegna degli attestati di partecipazione validi per l’iter formativo di Potatore Certificato della Scuola Nazionale di Potatura dell’Olivo diretta da Giorgio Pannelli (www.scuolapotaturaolivo.it)   NOTE -> L’iscrizione al corso va effettuata entro IL 19 gennaio 2019; -> L’iscrizione al corso va effettuata compilando apposito modulo da richiedere via e-mail all’indirizzo: cooperativasocialeterrarossa@gmail.com o telefonicamente a Antonello Raffaele al 349 583 7161 -> Il corso ha un costo di 150 euro a persona e comprende: lezioni teoriche come da programma lezioni pratiche come da programma n. 3 pranzi attestato di partecipazione -> il pagamento della quota di partecipazione è fattore determinante per la garanzia di partecipazione e dà diritto di precedenza; -> Per la partecipazione al corso sarà necessario munirsi della propria attrezzatura: Forbice manuale/telescopica – seghetto /manuale/telescopico – occhiali, guanti, stivali; -> Le lezioni si svolgeranno: per la parte teorica presso il Palazzo Baronale di Tiggiano e per le prove pratiche in uliveto. -> il programma potrà subire variazioni in relazione alle condizioni meteo, alle disponibilità dei docenti e verrà attivato al raggiungimento del numero minimo di 40 iscritti   PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI Raffaele 349 583 7161 cooperativasocialeterrarossa@gmail.com    

Domenica 20 maggio, h. 17 contrada Mito – Tricase e le colture orticole tradizionali

Domenica 20 maggio, in occasione della “Settimana della Biodiversità Pugliese”, “Terrarossa” , “Masseria Nonno Tore” e “Gli Orti di Peppe”, in collaborazione con il Parco Naturale Otranto-Leuca e “Meditinere”, organizzano “Tricase e le colture orticole tradizionali”, un pomeriggio di proiezioni, visite in campo e piccole degustazione a tema.

Appuntamento alle ore 17, presso la “chiesa dei diavoli” bene nodo del SAC Porta d'Oriente. Qui uno spazio proiezioni vedrà in rassegna : “Diversity food” di Klesha Production, cartoon sulle varietà tradizionali, e “la Pestanaca di Santu Pati”, documentario di Pierpaolo Battocchio Biata, prodotte da Terrarossa per “sapori autentici di comunità”; “La cicoria bianca di Tricase” di Salento Km0 e in anteprima “la marcia del seme”. Un video racconto dell' iniziativa di raccolta popolare, promossa dell'Ente Parco, che ha arricchito la banca del seme delle Università Pugliesi, nell'ambito del progetto BiodiverSO, dei semi di varietà coltivate, tipiche del Parco Naturale Otranto- Leuca.

A piedi ci sposteremo presso la vicinissima Masseria Nonno Tore, dove Carlo e Irene ci racconteranno e ci faranno conoscere dal vivo il “Carciofo spinoso di Tricase”, ecotipo tutto tricasino coltivato in situ fin dall'800.

Raggiunta l'azienda agricola “Gli Orti di Peppe”, sempre in contrada Mito, sarà possibile partecipare alle lavorazioni di un orto per conoscere da vicino alcune antiche varietà locali recuperate e coltivate senza veleni da giovani agricoltori.

Tornati a la “chiesa dei diavoli”, “aperitivo marenna”. Degusteremo la birra al Carciofo tricasino, di Agribirrificio del Capo e Nonno Tore, e il “vino biodiverso dei bambini” prodotto durante un laboratorio pomologico di Terrarossa in cui, lo scorso settembre, i più piccoli hanno “pestato” uve di 54 varietà autoctone di Puglia, provenienti dai campi collezioni del progetto Re.Ge.Fu.P.

Durante l'evento verrà distribuito il “calendario Biodiverso del Parco”.

Un appuntamento imperdibile con la biodiversità del Salento.

Necessaria l'adesione al 320 7709937

Salsa di pomodoro fatta ‘ccasa – laboratorio di auto produzione!

Tornano i laboratori sulle produzioni tradizionali, targati Terrarossa, per piccoli gruppi ed un turismo responsabile e di comunità. Salsa Sabato 23 luglio è la volta della "salsa fatta 'ccasa", popolare conserva di pomodoro, immancabile produzione estiva delle famiglie contadine del Salento e di tutto il sud Italia. Si comincia alle 17, con raccolta di pomodori coltivati, senza veleni, nel "lombrico - orto sociale condiviso" presso Masseria Galatea a Macurano - Alessano (Le). Alle 19, presso il Celacanto a Marina Serra di Tricase (Le), un laboratorio pratico dimostrativo svelerà tutte le fasi ed i segreti delle massaie per realizzare un'ottima passata di pomodoro, da consumare fresca o da conservare come scorta per l'inverno. Promuoviamo insieme la conoscenza delle tecniche di conservazione e l'auto-produzione. Vieni per conoscere o per condividere i tuoi saperi. Immancabili le degustazioni ed il brindisi di fine lavori. Con il progetto Sapori Autentici di Comunità, Terrarossa intende contribuire alla conservazione delle varietà tradizionali e delle pratiche colturali ad esse legate, delle manualità, dei saperi, delle ricette! Partecipa ai nostri laboratori! Attività a ticket è necessaria la prenotazione al 320 7709937