Domenica 20 maggio, h. 17 contrada Mito – Tricase e le colture orticole tradizionali

Domenica 20 maggio, in occasione della “Settimana della Biodiversità Pugliese”, “Terrarossa” , “Masseria Nonno Tore” e “Gli Orti di Peppe”, in collaborazione con il Parco Naturale Otranto-Leuca e “Meditinere”, organizzano “Tricase e le colture orticole tradizionali”, un pomeriggio di proiezioni, visite in campo e piccole degustazione a tema.

Appuntamento alle ore 17, presso la “chiesa dei diavoli” bene nodo del SAC Porta d'Oriente. Qui uno spazio proiezioni vedrà in rassegna : “Diversity food” di Klesha Production, cartoon sulle varietà tradizionali, e “la Pestanaca di Santu Pati”, documentario di Pierpaolo Battocchio Biata, prodotte da Terrarossa per “sapori autentici di comunità”; “La cicoria bianca di Tricase” di Salento Km0 e in anteprima “la marcia del seme”. Un video racconto dell' iniziativa di raccolta popolare, promossa dell'Ente Parco, che ha arricchito la banca del seme delle Università Pugliesi, nell'ambito del progetto BiodiverSO, dei semi di varietà coltivate, tipiche del Parco Naturale Otranto- Leuca.

A piedi ci sposteremo presso la vicinissima Masseria Nonno Tore, dove Carlo e Irene ci racconteranno e ci faranno conoscere dal vivo il “Carciofo spinoso di Tricase”, ecotipo tutto tricasino coltivato in situ fin dall'800.

Raggiunta l'azienda agricola “Gli Orti di Peppe”, sempre in contrada Mito, sarà possibile partecipare alle lavorazioni di un orto per conoscere da vicino alcune antiche varietà locali recuperate e coltivate senza veleni da giovani agricoltori.

Tornati a la “chiesa dei diavoli”, “aperitivo marenna”. Degusteremo la birra al Carciofo tricasino, di Agribirrificio del Capo e Nonno Tore, e il “vino biodiverso dei bambini” prodotto durante un laboratorio pomologico di Terrarossa in cui, lo scorso settembre, i più piccoli hanno “pestato” uve di 54 varietà autoctone di Puglia, provenienti dai campi collezioni del progetto Re.Ge.Fu.P.

Durante l'evento verrà distribuito il “calendario Biodiverso del Parco”.

Un appuntamento imperdibile con la biodiversità del Salento.

Necessaria l'adesione al 320 7709937

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *